Igiene orale quotidiana

Per igiene orale intendiamo la rimozione della placca e dei residui alimentari con lo spazzolino. L’operazione dovrebbe avvenire dopo ogni assunzione di cibo.

Dai 2 ai 3 anni è possibile iniziare a utilizzare lo spazzolino con il dentifricio.

Dai 6 anni il bimbo può diventare autonomo, ma deve essere sempre sorvegliato dai genitori affinché la pulizia avvenga nel modo corretto.

 

 

Igiene alimentare

Alimentazione e la quantità di zucchero contenuto nel cibo:
più un cibo è appiccicoso, più rimarrà sui denti e favorendo la formazione della placca e la sua adesione al dente (miele, caramelle gommose, lecca lecca, marmellata..)

Ecco i suggerimenti per un sorriso a prova di bimbo:

  1. la prima e la più importante: una dieta sana, con contenuto bilanciato di zuccheri, insieme ad una corretta igiene della bocca;

  2. lavarsi i denti regolarmente, almeno tre volte al giorno, dopo i pasti principali e dopo la merenda;

  3. ridurre gli zuccheri: evitare fino ai tre anni di età caramelle, dolciumi appiccicosi, merendine dolciastre…. oltre a far bene ai denti e alle carie un’alimentazione con pochi zuccheri riduce il rischio di sovrappeso e obesità.

Suggerimenti del dentista:

scegliete un frutto intero rispetto a un succo o a una bevanda di frutta, anche se il frutto contiene naturalmente degli zuccheri, sono diversi da quelli artificiali aggiunti nelle bevande e generalmente sono meno associati all’insorgenza della carie.

dolci e bambini

La fluoroprofilassi in cosa consiste?

La fluoroprofilassi professionale consiste nell’applicare direttamente sui denti un gel contenente un’alta concentrazione di fluoro che, rimanendo a lungo in bocca, esplica la sua azione benefica. Per essere efficace deve essere ripetuta ogni 4/6 mesi.

La sigillatura dei solchi che cosa significa?

La superficie dei denti posteriori è caratterizzata da avvallamenti o cuspidi e solchi. Questi impediscono la pulizia profonda con lo spazzolino e aumentano la formazione di  placca che si accumula e inizia il meccanismo di disgregazione dello smalto che porta alla sua distruzione.
Ecco che si interviene con la sigillatura che consiste nel riempimento di questi spazi, dopo avere pulito perfettamente la superficie e reso lo smalto ricettivo, con una resina fluida che occupa la spazio dove dovrebbe annidarsi la placca, rilasciando lentamente fluoro e prevenendo così la carie.

Ortodonzia bambini

Problemi della male occlusione delle arcate dentali.

L’ortodonzia nei bambini