otorino Dott. Beppe LAFAUCI

otorino Dott. Giuseppe LAFAUCI

Medico Chirurgo Otoninolaringoiatra
Chirurgia estetica e funzionale del naso

Terapie

Parliamo di:
DISFONIA:CAMPANELLO D’ ALLARME PER IL TUMORE DELLA LARINGE

I sintomi laringei sono spesso da soli sufficienti a rilevare la presenza di processi patologici della laringe potenzialmente letali; data la semplicità dell’ esame laringoscopico la precocità della diagnosi è condizionata dalla sollecitudine con cui il paziente richiede la visita del medico specialista.
La disfonia è il sintomo laringeo capitale, oltre ad essere assai frequente, rappresenta spesso il primo ed unico sintomo di un’ affezione laringea in grado di impedire alle corde vocali di affrontarsi e vibrare normalmente, infatti le corde vocali per emettere un suono devono essere ravvicinate, tese, vibranti; può insorgere improvvisamente oppure instaurarsi progressivamente, può avere carattere continuo oppure manifestarsi prevalentemente in certe ore del giorno.
Le principali cause – ne esistono più di cinquanta – sono:

  • affezioni flogistiche acute croniche della laringe,
  • miopatie (tipico tremolio della voce degli anziani),
  • paralisi laringee,
  • neoformazioni benigne (noduli e polipi) e tumori.

L’ esame della laringe è l’ unico mezzo che ci consente di risalire alla vera causa di una disfonia; attribuire al fumo o ad un banale processo infiammatorio la colpa della disfonia può ritardare la diagnosi e la cura di affezioni ben più gravi come i tumori.

Una visita ORL mediante l’ utilizzo di idonei specchietti e di strumenti endoscopici a fibre ottiche, può evidenziare tutte le strutture della gola sino alla trachea in pochi secondi senza alcun disagio per il paziente.
La videoendoscopia con telescopi rigidi e fibroscopi flessibili permette di effettuare esami ad altissima sensibilità diagnostica con strumenti molto piccoli e poco fastidiosi; inoltre l’ utilizzo di una nuova tecnica di endoscopia ad autofluorescenza permette di individuare una lesione precancerosa anche quando la stessa non risulta visibile ad occhio nudo.
I tumori di questo settore aerodigestivo superiore gravano nella mortalità generale tumorale per una percentuale del 2-4 % e con una incidenza maggiore per gli uomini che sono più colpiti rispetto alle donne.
Nel mondo per quanto riguarda incidenza e mortalità, l’ Italia è al quarto posto, preceduta da Francia, Spagna ed Uruguay; nell’ ambito della nostra nazione, il Piemonte, dopo il Veneto ed il Friuli, presenta un tasso di mortalità ancora elevato
rispetto al resto d’ Italia (19 morti all’ anno per 100.000 abitanti). Le cause principali sono il fumo, l’ abuso di bevande alcoliche ed il reflusso gastro- esofageo.
Se questi tumori vengono diagnosticati precocemente si può intervenire con trattamenti di laser chirurgia o radiochirurgici con i quali si ottengono guarigioni durature e definitive, invece in presenza di diagnosi tardive, il loro trattamento necessita di terapie chirurgiche demolitive che possono comportare gravi problemi di carattere umano e sociale: perdita della voce, respirazione attraverso un orifizio artificiale sul collo (la tracheotomia).
E’ indicata la visita orl per ogni persona dopo i 35-40 anni uomo- donna, in particolare se fumatore o dedito all’ uso di bevande alcoliche in caso di:

  • disfonia che perdura da più di 20 giorni,
  • difficoltà o dolore nel deglutire anche irradiato all’ orecchio che perduri da più di 30 giorni,
  • emissione di saliva striata di sangue,
  • ingrossamento di una o più ghiandole del collo che perduri da più di un mese.

Un paziente disfonico deve obbligatoriamente essere sottoposto ad un attento esame della laringe; diagnosticare tempestivamente una lesione in fase iniziale rappresenta un vantaggio per la messa in opera di cure tempestive che possono portare ad un trattamento efficace.