Dott.sa Chiara CALVO Agopuntura

La Dr.ssa Chiara Calvo ha conseguito il
Diploma in Agopuntura Energetica e
Tradizionale presso la Scuola SAET di Roma

Terapie

La Dr.ssa  Chiara Calvo propone sedute di Agopuntura per trattare svariate patologie con un approccio non “antagonista” bensì complementare a quello della Medicina Ufficiale Occidentale. L’Agopuntura ha il grande vantaggio di non avere effetti collaterali e ciò a favore soprattutto dei pazienti che devono assumere spesso farmaci che, alla lunga, provocano effetti indesiderati.  Basti pensare ad esempio al caso dei disturbi articolari o delle cefalee etc.
L’Agopuntura è una medicina che, praticata da milioni di medici in Oriente, si è andata sempre più diffondendo anche nel Mondo Occidentale. Sempre più pazienti si affidano all’Agopuntura per le proprie patologie qualcuno come prima opzione, altri come “ultima speranza” e altri ancora come terapia complementare a quelle ufficiali.
Nel Mondo Occidentale manca una corretta informazione circa questa pratica, alcuni Le attribuiscono proprietà miracolose, altri invece parlano di effetto placebo cioè di mera suggestione…nulla di tutto ciò, il meccanismo con cui agisce l’Agopuntura consiste nello stimolare punti cutanei specifici (agopunti) attraverso cui scorrono le energie del corpo umano (meridiani). I punti di agopuntura non sono delle entità immaginarie bensì delle realtà bioelettriche dimostrate. Il corpo umano, come l’universo, è un insieme di energia e materia; la malattia nasce nel momento in cui energia e materia non sono più in equilibro. Con l’opportuna scelta e manipolazione degli aghi si può sbloccare il flusso energetico in una zona (per esempio nel caso di una articolazione dolorosa) e/o cercare di ripristinare l’equilibrio energetico dell’intero corpo umano con beneficio di svariati disturbi.
Il successo del trattamento dipende da tante variabili, in ogni caso, è tanto maggiore quanto meno la patologia è strutturata e tanto meno il paziente è intossicato dai farmaci. Infatti la risposta è spesso sorprendente nei disturbi funzionali (psico-somatici) mentre avviene con un certo ritardo in quelli cronici.
Si ricorda che l’OMS ritiene clinicamente utile l’Agopuntura in numerose patologie:
–    patologie articolari (lombalgie, cervicalgie, coxalgie…)
–    patologie respiratorie (asma, riniti allergiche…)
–    patologie gastro-enteriche (coliti, gastriti…)
–    patologie dermatologiche (eczema, acne, infezioni erpetiche…)
–    patologie ginecologiche (dismenorrea, alterazioni del ciclo, sindrome menopausale, infertilità…)
–    patologie urologiche (cistiti sine materia, prostatismo …)
–    disturbi minori dell’umore (ansia, depressione minore, insonnia, nervosismo…)
–    patologie circolatorie (insufficienza venosa, somatizzazioni cardiache…)
–    patologie neurologiche (cefalee, nevralgie…)
–    dipendenze minori (adiuvante nelle terapie anti-tabacco…)
La prima visita consiste in una valutazione generale del paziente in cui si fanno anmnesi, esame obiettivo e si visiona la documentazione clinica; si imposta quindi un programma terapeutico (ciclo di sedute).

Si raccomanda un abbigliamento comodo per eseguire le sedute.